Carte statali, la mappa degli aiuti

La mappa degli aiuti

Sono nove in tutto le “carte sociali” che negli anni sono state introdotte per erogare aiuti economici o consentire l’accesso a beni e servizi scontati. Solo nel 2020 sono stati stanziati oltre 7 miliardi di euro.

  • CARTA REDDITO DI INCLUSIONE: Destinata ai nuclei familiari con Isee inferiore a 6.000 €. Viene ricaricata mensilmente per un periodo massimo di 18 mesi. L’importo arriva a un massimo di 539 € mensili.
  • INPS CARD: Possono averla tutti i pensionati che non hanno superato i 75 anni con una pensione superiore a 1.000 €. Consente di incassare la pensione ed effettuare acquisti come una carta di debito.
  • SOCIAL CARD: Si rivolge agli anziani over 65 con Isee inferiore a 6.966 €, over 70 con redditi complessivi inferiori a 9.288 € e nuclei familiari con figli di età inferiore a tre anni e Isee inferiore a 6.966 €. Viene ricaricata di 80 euro ogni due mesi e può essere utilizzata per fare acquisti.
  • CARTA “IO STUDIO”: Destinata a studenti che frequentano la scuola secondaria, consente di acquistare abbonamenti a quotidiani o periodici, anche in formato digitale
  • EU DISABILITY CARD: In attesa del decreto attuativo per definire i criteri per il rilascio in Italia, consentirà l’accesso a vari servizi gratuiti o a costo ridotto nei settori dei trasporti, cultura, tempo libero con i Paesi che aderiscono all’iniziativa. 
  • CARTA FAMIGLIA: Si rivolge alle famiglie di cittadini italiani o stranieri regolarmente residenti sul territorio italiano con almeno 3 figli minori a carico. Consente di accedere a sconti sull’acquisto di beni e servizi o a riduzioni tariffarie concesse da soggetti pubblici.
  • CARTA 18ENNI: Destinata a coloro che compiono la maggiore età nel 2020, consente l’acquisto di biglietti per teatri, cinema, spettacoli, libri e abbonamenti a quotidiani e periodici.
  • CARTA GIOVANI NAZIONALE: Si rivolge a cittadini italiani ed europei di età compresa tra 18 e 35 anni. Consente l’accesso agevolato a beni e servizi.

PER INFORMAZIONI RIVOLGITI AI NOSTRI UFFICI CAF